Dipartimento di Medicina interna e terapia medica

Contenuti del sito

Menu di navigazione - Torna all'inizio


Contenuto della pagina - Torna all'inizio


Veronica Siciliano

Phd Student
Sede:
Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica - Unità di Farmacologia e Tossicologia Cellulare e Molecolare
Telefono3408606650
E-mailveronica.siciliano01@universitadipavia.it
Formazione ed esperienze 2016 ad oggi
Dottorato di Ricerca in Scienze Biomediche con attività di ricerca che si
svolge presso il Laboratorio di Farmacologia Molecolare e Cellulare,
Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università degli
Studi di Pavia, responsabile Prof. Plinio Richelmi.

2016

- Esame di Stato per l’esercizio della Professione di Biologo.
- Svolgimento del Tirocinio Formativo Curriculare, in quanto risultata vincitrice del concorso pubblico per titoli (Bando 45320, Università degli Studi di Pavia), presso il laboratorio di Farmacologia e Tossicologia Cellulare e Molecolare – Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica.
- Laurea magistrale in Biologia Sperimentale e applicata curriculum Scienze Biomediche Molecolari, conseguita con la votazione di 110/110, presso l’Università degli Studi di Pavia.
Discussione della tesi di Laurea dal titolo “Il blocco selettivo dei recettori metabotropici del glutammato protegge il fegato da danno da ischemia ipotermica e riperfusione”.
Relatore: Professoressa Mariapia Vairetti (Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Unità di Farmacologia e Tossicologia Cellulare e Molecolare).

2015 - 2016
Internato biennale di Laurea Magistrale nel laboratorio di Farmacologia Molecolare e Cellulare presso il Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università degli Studi di Pavia, (responsabile: Prof. Mariapia Vairetti).
Durante l’internato di tesi si occupa dei seguenti temi di ricerca:

• Meccanismi molecolari alla base del danno epatico in particolare steatosi e sua progressione.
• Testare l'efficacia di farmaci su due linee cellulari di epatociti tumorali.
• Studiare i meccanismi di preservazione di fegati di ratto in alternativa alla cold storage per il mantenimento del fegato ai fini del trapianto.
• Meccanismi molecolari di modulazione del danno epatico in seguito a blocco farmacologico del recettore mGlu5.

2014
Laurea triennale in Scienze Biologiche – Indirizzo: Biologia Umana e Scienze Biomediche, conseguita con la votazione di 98/110, presso l’Università degli Studi di Pavia.
Discussione della tesi di Laurea dal titolo “Introduzione dietetica di vitamina D e livelli di 25(OH)D in un gruppo di soggetti viventi al 45° parallelo”.
Relatore: Professor Fulvio Marzatico (Dipartimento di Biologia e Biotecnologie).

2013 - 2014
Internato di Laurea in Scienze Biologiche nei laboratori del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Lazzaro Spallanzani”, divisione di Farmacobiochimica, Università degli Studi di Pavia, (responsabile: Prof. Fulvio Marzatico).
Tema di ricerca: nutrizione sportiva e supplementi dietetici, esercizio fisico e performance sportiva.

2011
Diploma di Maturità Classica, Potenziato in matematica (PNI), conseguito presso il Liceo Classico Statale G.D. Cassini di Sanremo con la votazione di 65/100.

Interessi di ricerca 1) Meccanismi molecolari alla base dell'ischemia e dei danni da ischemia-riperfusione (IR). L'ischemia è una patologia acuta che si instaura nel momento in cui si ha un parziale o totale blocco del flusso sanguigno. Abbiamo condotto degli esperimenti su fegati di topo sottoposti a ischemia fredda. Abbiamo investigato il coinvolgimento del glutammato nel danno da ischemia e un eventuale protezione tramite la somministrazione di un modulatore allosterico negativo che blocca il recettore metabotropico mGlu5.

2) Studiare i meccanismi di preservazione di fegati di ratto in alternativa alla cold storage per il mantenimento del fegato ai fini del trapianto.
La cold storage è una tecnica che prevede l'immersione e la riperfusione dell'organo da trapiantare con una soluzione di preservazione (soluzione Wisconsin, IGL-1, soluzione Celsior, soluzione di Collins) a 4°C.

3) Meccanismi molecolari alla base del danno epatico in particolare steatosi e sua progressione. La steatosi epatica è una patologia che vede l'accumulo a livello cellulare di trigliceridi nel tessuto epatico. Ciò comporta una serie di danni prima reversibili, come la semplice steatosi e, successivamente, irreversibili (steatoepatite e cirrosi), che possono portare alla necrosi della cellula epatica.
Ci siamo avvalsi del modello animale ratto “methionine-choline deficient” (MCD), per valutare la progressione del danno epatico da steatosi a steatoepatite. Abbiamo investigato il coinvolgimento e la possibile alterazione dell’asse ADMA/DDAH nell’insorgenza e progressione del danno epatico.

4) Valutazione del coinvolgimento in senso protettivo del fattore di trascrizione HIF-1durante la preservazione del tessuto epatico isolato. Allestimento ed utilizzo di un sistema detto “machine-perfusion” per valutare la decadenza del tessuto dopo 6 h dall’espianto a basse temperature, a freddo e a 37°C.

Curriculum completoCURRICULUM SICILIANO VERONICA
Pubblicazioni Abstract:

1. Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Veronica Siciliano, Riccardo Viscusi, Vittoria Rizzo, Andrea Ferrigno, Mariapia Vairetti, Giovanni Bottiroli, Anna Cleta Croce.
“Serum fatty acid profiling by real time optical liquid biopsy in a rat model of NASH.” (Abstract Book). Siviglia 2017.

2. Clarissa Berardo, Laura G. Di Pasqua, Veronica Siciliano, Viviana Cozzo, Vittoria Rizzo, Barbara Mannucci, Plinio Richelmi, Mariapia Vairetti, Andrea Ferrigno.
“Fatty liver susceptibility to cold storage preservation injury correlates with the hepatic lipidomic profiling.” (Abstract Book). Siviglia 2017.

3. Veronica Siciliano, Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Riccardo Viscusi, Vittoria Rizzo, Plinio Richelmi, Stefano Perlini, Andrea Ferrigno, Giovanni Palladini, Mariapia Vairetti.
“Non-alcoholic fatty livers exhibit a lobe-specific oxidative stress and matrix metalloproteinase activation.”(Abstract Book). Siviglia 2017.

4. Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Veronica Siciliano, Vittoria Rizzo, Luciano Adorini, Plinio Richelmi, Andrea Ferrigno, Mariapia Vairetti.
“Upregulation of MATE-1 transporter by obeticholic acid correlates with increased biliary excretion of asymmetric dimethylarginine during hepatic ischemia/reperfusion injury”. (Abstract Book). Amsterdam 2017.

5. Veronica Siciliano, Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Vittoria Rizzo, Plinio Richelmi, Stefano Perlini, Andrea Ferrigno, Giuseppina Palladini, Mariapia Vairetti.
“Lobe-specific oxidative stress and matrix metalloproteinase activation in two animal models of non-alcoholic fatty liver disease (NAFLD).”(Abstract Book). Roma 2017.

6. Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Veronica Siciliano, Riccardo Viscusi, Vittoria Rizzo, Luciano Adorini, Plinio Richelmi, Andrea Ferrigno, Mariapia Vairetti.
“Increase in transporter MATE-1 expression induced by obeticholic acid correlates with higher biliary excretion of asymmetric dimethylarginine during hepatic ischemia/reperfusion injury.” (Abstract Book). Roma 2017.

7. Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Veronica Siciliano, Riccardo Viscusi, Viviana Cozzo, Vittoria Rizzo, Plinio Richelmi, Mariapia Vairetti, Andrea Ferrigno.
“Alterations in cationic amino acid tranporters and oxidative stress in the development of non-alcoholic steatohepatitis.” (Abstract Book). Porto 2016.

8. Laura G. Di Pasqua, Clarissa Berardo, Veronica Siciliano, Vittoria Rizzo , Luciano Adorini, Plinio Richelmi, Andrea Ferrigno, Mariapia Vairetti.
“Obeticholic acid modulates biliary excretion of asymmetric dimethylarginine and its transporters during hepatic ischemia/reperfusion injury”. (Abstract book). Padova 2016.

9. Clarissa Berardo, Laura G. Di Pasqua, Veronica Siciliano, Vittoria Rizzo, Plinio Richelmi, Ferdinando Nicoletti, Mariapia Vairetti, Andrea Ferrigno.
“The role of metabotropic glutamate receptor in hepatic cold ischemia and reperfusion injury: implications for mGluR5 allosteric modulators as novel therapeutic strategies.” (Abstract book). Padova 2016.